Trovare il principio attivo adatto tra DEET, Icaridina e Citrodiole®

Una protezione antizanzare non è uguale ad un’altra. Potete scegliere tra diversi principi attivi in base aalle vostre esigenze personali. Scoprite di più sulle principali componenti dei repellenti (protezione anti insetti) come il DEET e informatevi su quale sia il più adatto alle vostre esigenze.

Formula strutturale del principio attivo DEET.

Principio attivo di ANTI-BRUMM® Forte DEET: Sicuro ed efficace

La sostanza DEET (dietiltoluamide) è uno dei principi attivi Anti-Brumm più potenti contro le specie locali e tropicali di zanzara e contro le zecche. Impedisce agli insetti succhiansangue di identificare l’ospite non consentendogli di percepire gli odori rilasciati dalle persone. Il principio attivo è in grado di tenere lontani gli insetti – anche in assenza di sostanze attrattive umane – perché agisce sui loro ricettori olfattivi. La DEET – col suo 30 % – è una delle componenti essenziali di ANTI-BRUMM® Forte.

La DEET rappresenta lo standard. L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) consiglia l’uso del repellente in zone tropicali come protezione contro le zanzare che possono trasmettere la febbre dengue. L’Istituto tropicale svizzero raccomanda coloro che vanno in villeggiatura in Paesi con un’alto rischio di infezione da virus Zika di munirsi del principio attivo Anti-Brumm DEET.1 L’istituto ha preso in esame ANTI-BRUMM® Forte e la durata della sua azione: il repellente antizanzare tiene in media lontane le zanzare per 6 ore e le zecche per 5 ore. Inoltre: DEET-Spray allontana anche pulci, tafani, mosche e cimici dei letti.

La storia di DEET e ANTI-BRUMM®: Il principio attivo ha una lunga tradizione e compare per la prima volta nel 1946. L’esercito americano aveva sviluppato un repellente con DEET per proteggersi dalle zanzare tigre durante gli interventi militari all’estero. Nel 1957 venne concesso l’uso civile del principio attivo e nel 1965 venne commercializzato. Nel 1972 Eduard Vogt - diplomato alla Scuola tecnica superiore - usò una mistura di DEET e oli essenziali durante un safari in Senegal. Il risultato: le zanzare tigre africane si tenevano alla larga. Negli anni successivi continuò a lavorare alla tintura con il principio attivo DEET che infine commercializzò con il marchio ANTI-BRUMM® - già fatto registrare nel 1965.

Protezione delicata: Icaridina per le pelli sensibili

La sostanza Icaridina insieme alla DEET protegge dalle punture di zecca e di zanzara. Il principio attivo – presente in ANTI-BRUMM® – lo consiglia anche l’OMS.2 Funziona in questo modo: l’Icaridina crea – come la DEET – un alone protettivo sulla pelle che irrita gli insetti succhiasangue e li tiene lontani. Il repellente è ben tollerato dalla pelle ed è quindi adatto ai bambini a partire da 1 anno di età e alle persone con pelli sensibili.

L’Icaridina è presente nei seguenti prodotti:

Lo statunitense CDC (Centers for Disease Control and Prevention) consiglia alle donne in stato di gravidanza l’uso di repellenti durante i soggiorni in aree a rischio. Per scegliere il principio attivo più adatto vi consigliamo di rivolgervi al vostro medico.3

Le piante top: principio attivo naturale Citridiol®

Una valida alternativa ai repellenti sintetici la offre Citridiol®. La sostanza naturale viene ricavata dalla specie locale cinese dell’eucalipto limone (Eucalyptus citriodora). È protezione anti insetti efficace e naturale che – grazie alla sua intensa fragranza – è in grado di tenere lontani gli insetti succhiasangue. Il principio attivo è presente in ANTI-BRUMM® Naturel ed è contenuto – insieme all’Icaridina – anche in ANTI-BRUMM® Antizecche.

Panoramica sui principi attivi di ANTI-BRUMM®: Triangolo di segnalazione pericolo con rappresentata una zanzara.
  • DEET: protezione forte e duratura da zecche e zanzare
  • Icaridina: adatta alle pelli sensibili e ai bambini da 1 anno di età
  • Citridiol®: un principio attivo naturale che è alternativo a quelli sintetici
Altri utenti hanno letto:

1 Swiss Tropical and Public Health Institute: Travel Recommendation. URL: https://www.swisstph.ch/de/topics/dengue-chikungunya-zika/travel-recommendation/ (27.03.2018)

2 WHO Specifications and Evaluations for Public Health Pesticides: Icaridin. URL: http://www.who.int/whopes/quality/en/Icaridin_spec_eval_Oct_2004.pdf (27.03.2018)

3 Centers for Disease Control and Prevention: Protect Yourself and Your Baby from Dengue. URL: https://www.cdc.gov/dengue/resources/pregnancy_dengue/denguepregnancyfactsheet_english.pdf (27.03.2018)