Febbre gialla: quali sono i rischi?

La febbre gialla è una malattia virale trasmessa dalle zanzare tropicali con un decorso che può essere mortale. Annualmente vengono infettate circa 170.000 persone con questo pericoloso virus.1 Al di fuori delle principali aree di diffusione la febbre gialla rappresenta un’eccezione. Uno dei motivi è la disponibilità di un efficace vaccino per la febbre gialla che viene prescritto per il soggiorno nella maggior parte dei Paesi a rischio.

Vaccino contro la febbre gialla.

Agenti patogeni e vettori dellafebbre gialla

L’agente patogeno è il virus della febbre gialla della famiglia delle Flaviviridae. Tra i vettori figurano la zanzara della specie Aedes o Haemagogus. L’infezione avviene tramite la puntura di una zanzara che prima ha già prelevato il sangue infetto di una persona o di un animale (scimmia, uccello).

Le area a rischio di febbre gialla si trovano prevalentemente nelle regioni tropicali dell’Africa come la Costa d’Avorio, così come in America centrale e America del Sud, tra cui Bolivia, Brasile e Colombia.

La febbre gialla: decorso tipico della malattia

La sintomatica della febbre gialla varia fortemente da paziente a paziente. La malattia può da un lato avere un decorso grave e provocare anche il decesso. Dall’altro è possibile avere un decorso asintomatico e pressoché impercettibile – come spesso accade quando l’infezione avviene durante l’infanzia. Si distingue tra due fasi del decorso della febbre gialla.

Sintomi della febbre gialla: prima fase

La prima fase della febbre gialla comincia di norma tra i 3 e i 6 giorni dopo l’infezione e dura dai 3 ai 4 giorni. Si presentano i seguenti sintomi:

  • febbre (da 39 a 40 gradi Celsius) e brividi
  • mal di testa
  • nausea e vomito
  • riduzione della frequenza cardiaca (bradicardia)

Il primo stadio viene di solito seguito dalla guarigione

Sintomi della febbre gialla: seconda fase

In circa il 15 % dei pazienti, dopo una fase asintomatica (1 o 2 giorni), si verifica un ritorno della febbre gialla con una sintomatologia grave. In questo caso si parla di fase tossica, che è riconoscibile dai seguenti sintomi:

  • risale la febbre
  • dolori addominali
  • sanguinamento da vari orifizi
  • ecchimosi e sanguinamento delle mucose
  • emorragie interne (tratto gastrointestinale)
  • lesioni al fegato e ai reni
  • colorazione giallastra della pelle, delle mucose e del bianco degli occhi (ittero)
  • disturbi al sistema nervoso, ad esempio del linguaggio e motori

La fase tossica della febbre gialla è molto pericolosa. Il tasso di mortalità nei pazienti con decorso grave è più del 50 %.

Lo sapevate? Chi supera l’infezione diventa immune contro la febbre gialla. É lo stesso se la sintomatica sia grave o lieve.

Vaccino contro la febbre gialla e terapia

Se vi è il sospetto di un contagio con la febbre gialla è necessario contattare subito un medico. Le contromisure terapeutiche hanno in realtà solo la funzione di alleviare la sintomatologia ma è importante restare sotto osservazione medica per via degli effetti mortali che può avere la malattia. I pazienti affetti da febbre gialla vengono sottoposti a terapia intensiva.

La prevenzione della febbre gialla è possibile grazie al vaccino contro la febbre gialla, che di norma è ben tollerato e prescritto in caso di viaggi in zone a rischio. Informatevi per tempo, se il Paese nel quale intendete soggiornare faccia parte delle aree colpite dalla malattia. Chiedete informazioni al vostro medico di famiglia. Un altro riferimento è rappresentato dagli istituti tropicali.

Buono a sapersi: Al di fuori delle aree di infezione non è necessario alcun vaccino contro la febbre gialla. Infatti in Svizzera l’anno scorso si è registrato un solo caso confermato di febbre gialla - ma anche in questo caso la persona è stata infettata col virus durante un soggiorno all’estero.

Sebbene il vaccino contro la febbre gialla protegga efficacemente dalla malattia, è opportuno munirsi di un’ulteriore protezione per la difesa dalle zanzare. Questi insetti possono infatti trasmettere anche altre malattie come la febbre dengue o la febbre chikungunya. Per proteggersi a dovere si può ricorrere ai prodotti di ANTI-BRUMM®, la cui efficacia è confermata dall’Istituto tropicale svizzero.

Altri utenti hanno letto:

1 Bundesamt für Gesundheit. Infektionskrankheiten A-Z. Gelbfieber. URL: https://www.bag.admin.ch/bag/it/home/themen/mensch-gesundheit/uebertragbare-krankheiten/infektionskrankheiten-a-z/gelbfieber.html (27.03.2018)